Descrizione immagine

=========================

=========================

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

30 01 2017, Innovazione della rete scolastica a Corato

 

E' del  28/01/2017 la notizia diffusa dal Comune di Corato circa la nuova impostazione della rete scolastica della città:

 

          "Grazie all’intesa fra i Dirigenti Scolastici degli Istituti Comprensivi e l'Amministrazione Comunale - si legge nel comunicato - finalizzata a ridefinire la distribuzione della popolazione scolastica in relazione al numero delle iscrizioni e alla disponibilità dei plessi, tenuto conto della necessità di preservare l'autonomia dei rispettivi Istituti Comprensivi e Circolo Didattico si è addivenuti alla nuova articolazione della rete scolastica cittadina.

 

          In virtù dell'accordo, l'Amministrazione Comunale dismetterà il plesso "Madonna Pellegrina" e quello ospitato nel  complesso Parrocchiale "San Gerardo", disdettando i relativi contratti di locazione con conseguente valorizzazione del patrimonio scolastico pubblico e  risparmio di risorse finanziarie sul bilancio comunale, ridistribuendo nel seguente modo le rispettive sezioni di scuola materna attualmente allocate:

 

- le sette sezioni della "Madonna Pellegrina" saranno trasferite presso l’istituto scolastico di Viale Arno, in quanto ci sono ambienti sufficienti ad ospitarle;

 

- le cinque sezioni attualmente ubicate presso il complesso parrocchiale di "San Gerardo" saranno trasferite presso l’Edificio Scolastico "Fornelli", con conseguente trasferimento delle sezioni di scuola primaria presso la scuola secondaria di primo grado "Giovanni XXIII". Le classi di scuola primaria del “Fornelli” che verranno ospitate dalla “Giovanni XXIII” occuperanno le aule disponibili nella stessa grazie a degli interventi di adattamento della struttura già concordati con gli Uffici Comunali. Resta inteso che gli alunni della “Giovanni XXIII” continueranno ad occupare le proprie aule per il prossimo anno scolastico e finché non saranno conclusi i lavori di costruzione della nuova sede".

 

          "La nuova pianificazione della rete scolastica concordata tra Amministrazione Comunale e Dirigenti Scolastici - ha commentato il Sindaco Massimo Mazzilli - che lascia invariata l’attuale articolazione in quattro Istituti Comprensivi e un Circolo Didattico, senza cioè che venga cambiata la competenza amministrativa sui plessi che saranno riallocati, è ispirata all'esigenza di una maggiore e più omogenea razionalizzazione della distribuzione delle sezioni di scuola dell'infanzia e primaria, del risparmio di cospicue risorse finanziarie ad oggi sostenute dal Comune per i contratti di locazione di immobili privati, nonché  per la proficua valorizzazione del patrimonio edilizio scolastico di proprietà comunale.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

 "Allo stesso tempo, non saranno arrecati disagi né ai nostri bambini e alle loro famiglie, né al personale docente e non docente interessato. Ringrazio, infine, - conclude il Sindaco - i Dirigenti Scolastici, gli Assessori alla Pubblica Istruzione e ai Lavori Pubblici, il Presidente della Commissione Pubblica Istruzione e gli Uffici Comunali per il lavoro sin qui svolto".

Bookmark and Share

08 giugno 2015.

Scuola: non solo istruzione

 

Attraverso le manifestazioni indette del corpo docenti delle scuole non solo si realizza un ottimo insegnamento, ma si promuove una forma di convivenza sociale utile alla formazione dell'intera società.

 

Una testimonianza tangibile di questa piacevole realtà giunge dall'Istituto Comprensivo “Don F. Tattoli - De Gasperi", diretto dal Prof. Francesco Catalano, che è presente nella società, in collaborazione con il Corpo docenti, non solo con un ottimo insegnamento, ma anche con le varie iniziative che hanno in prevalenza un indirizzo che mira verso la socializzazione.

 

Lunedì, 08 giugno c.a. la sezione 3ᵃA della primaria "Tattoli - De Gasperi", con il personale tutto e con la fattiva collaborazione dei genitori e non solo, perché sono stati presenti anche nonni e zii degli alunni, hanno dato luogo al commiato di fine anno con il musical "Ho fatto un Sogno" che gli alunni di terza elementare hanno saputo magistralmente portare in scena.

 

Guarda le foto dell'evento cliccando (Qui)

 

Nel  Saggio espressivo – musicale, spiega  un  gruppo  di  mamme:

"prendendo spunto da un sacerdote cantautore, don Giosy Cento, un maestro e un gruppo di  maestre, entusiasti di lavorare con i propri alunni di terza primaria della Scuola I.C. “Tattoli – De Gasperi”, si sono messi insieme per magnificare, con il linguaggio della cultura contemporanea: la poesia, il suono e il colore, la sapienza che viene da Dio e che trova accoglienza nei valori, ormai smarriti, degli uomini.

 

In questo luogo, la scuola, alla presenza di genitori, nonni, amici e del Dirigente Scolastico, Prof. Francesco Catalano, docenti e alunni della 3A hanno voluto amplificare a chiare note quella speranza che aiuta a vivere e fa bello il quotidiano e il feriale: la fede cristiana.

 

Insieme hanno presentato, per salutare i genitori per la fine dell’anno scolastico, il “musical” dal titolo “Ho fatto un Sogno” con canti tratti dal repertorio del sacerdote cantautore don Giosy Cento e la declamazione del 13° canto dell’Inferno di Dante del quale ricorrono, in questo  anno, i 150 anni della nascita.

 

Poesia e musica corredati dall’espressione corporea dei bambini hanno avuto il merito di evidenziare quei valori cristiani e umani quali l’onestà, la fedeltà, l’essere (e non l’apparire) della persona, il bene comune, condannando, senza falsi moralismi, la disonestà, il tradimento (di qualunque genere), la corruzione, l’omertà, in una parola: l’ipermercato delle nostre falsità.

 

Sull’altro versante gli alunni hanno comunicato il “sogno” di Martin Luther King che anelava ad una generazione di libertà, di giustizia, di democrazia, di religione autentica. La musica e i versi danteschi si espandono nell’aria, riempiono gli spazi, catturano e coinvolgono l’orecchio per svegliare le anime assopite ed è stato subito festa. Tutti hanno nel cuore un pieno di applausi, che va svuotato subito dopo, perché restino nei bambini gli occhi, le mani, il cuore di una nuova “umana” umanità".

 

A conclusione, da mani esperte delle mamme, uno spuntino ha rallegrato tutti gli intervenuti dando luogo ad una forma di socializzazione, intento sottolineato dal Dirigente Scolastico, Prof. Francesco Catalano.

=========================

Consulta i nostri sondaggi e le rubriche di approfondimento

Ricerche & Sondaggi

Fisco & Tributi

La Medicina

Habitat

Politica & Società

L'Alimentazione

Tecnica Moderna

Fede & Religone

Professionalità

Dialogando

Vita Giuridica

L'Oracolo

Legalità & Ciustizia

L'Eco della Musica

Ambiente & Vita

Cenni Fiosofici